Foto Storiche
 

1912 1994

 



 

Nasce a Trappeto il 03-01-1912, da una famiglia di contadini. Giovannino, così verrà chiamato in seguito, è un ragazzino sveglio e intelligente che riesce a completare e concludere il ciclo scolastico elementare e medio, negli anni in cui purtroppo l'analfabetismo è altissimo a Trappeto, causa la mancanza di scuole ed insegnanti. Sin da piccolo aiuta il padre nel lavoro nei campi e nella coltivazione della terra. Da fanciullo riceve una eccellente educazione tipicamente cattolica. E' un ragazzo molto vivace, con grande capacità espressive e di dialogo, riuscendo, quasi sempre, ad aiutare gli altri essendo uno dei pochissimi Trappetesi con una discreta cultura, nel dare buoni consigli e suggerimenti. Negli anni dopo la 1a Guerra Mondiale aderisce ad Azione cattolica, e si batte fin da allora per le precarie e miserevoli condizioni del Trappeto, per le innumerevoli mancanze esistenti nella Borgata, quali la mancanza di un medico condotto, per la farmacia, per l'istruzione, ect.......  Continuamente si è impegnato nel reclamare e far valere i diritti dei Trappetesi, per l’autonomia dal Comune di Balestrate e la formazione di un “Comune di Trappeto” autonomo, consapevole che solo da una autonomia dal Comune di Balestrate e la nascita del  nuovo Comune di Trappeto si poteva contrastare la misera condizione sociale della Borgata "del"  Trappeto ed iniziare la rinascita. Molto conosciuto a Trappeto con il diminuitivo di Giovannino, è una figura umana di ispirazione cattolica, e rappresenterà il polo Cattolico in contrapposizione al polo Laico impersonato dal Signor Nicolò Russo (Don Cocò), di cui non condivideva certo le idee, ma a cui era legato da una buona amicizia. Dopo la fine della 2a Guerra Mondiale, per sua natura e indole, aderisce naturalmente alla Democrazia Cristiana. Nel 1954, finalmente con la creazione del Comune di Trappeto, e la agognata autonomia, viene chiamato a lavorare e dirigere il Comune. Lavoratore infaticabile, per moltissimi anni porta avanti da solo, un lavoro enorme per tutte le incombenze del Nuovo Comune di Trappeto.  E' una persona di una bontà, saggezza, capacità lavorativa e loquacità straordinarie.Viene poi eletto Consigliere Comunale dal 28-06-1980 al 31-05-1985. Muore a Trappeto il 31 maggio del 1994.